La policy green di Alpe Adria Cinema prevede una serie di misure finalizzate al risparmio delle risorse e al rispetto del clima.

La sostenibilità ambientale viene tenuta in considerazione sia durante lo svolgimento del festival che durante la sua fase di preparazione e nel corso delle varie attività che l’associazione svolge tutto l’anno ad esempio nell’ambito della mobilità, della ristorazione o della riduzione degli sprechi e dell’uso attento delle risorse.

All’interno del nostro team cerchiamo sempre di tenere a mente strategie e metodi sostenibili nelle nostre attività quotidiane. Oltre agli aspetti ecologici, per noi è molto importante l’intenso contatto personale con tutti i partner del festival, gli sponsor e i finanziatori, al fine di garantire una collaborazione a lungo termine come partner, sostenendo così in modo specifico gli atteggiamenti sostenibili.

Durante l’organizzazione del Trieste Film Festival e durante il suo svolgimento, gli aspetti ambientali e di sostenibilità vengono attuati attraverso diverse pratiche. 

Ecco una panoramica dei principali aspetti ecologici e di sostenibilità dell’intero processo di organizzazione e svolgimento del festival.

Mobilità – Viaggi, trasporti e accesso al festival per gli ospiti:
– incentiviamo l’utilizzo dei treni laddove possibile e operiamo la scelta di soluzioni condivise di pick up da e per gli aeroporti, se il viaggio in aereo risulta l’unica opzione praticabile; una volta arrivati a Trieste, tutti i luoghi del festival sono facilmente raggiungibili a piedi o coi mezzi pubblici e gli alberghi scelti sono tutti centrali;
– inoltre, per spostarsi tra i luoghi del festival ci vogliono solo pochi minuti a piedi o in bicicletta, grazie al nuovo servizio di Bike Sharing comunale.
– mobilità di staff e ospiti in città è effettuata a piedi o con mezzi pubblici (orari e tariffe sono chiaramente indicate sul sito del Festival);
– il trasporto di merci e materiali è fondamentale per l’organizzazione dell’evento. Facciamo del nostro meglio per organizzare tutti i trasporti in un unica volta, per affidarci a mezzi di trasporto alternativi o per dare una sensibile compensazione di CO2 quando si tratta di trasportare le copie dei film.

Catering – cibo, bevande
– offriamo ai nostri ospiti prodotti della filiera locale e a km0;
– non utilizziamo stoviglie di plastica monouso, ci assicuriamo di creare meno rifiuti possibile e facciamo una raccolta differenziata costante.
Per le nostre collaborazioni con sponsor, catering e ristoranti ci affidiamo a partner con offerte biologiche, eque, locali e stagionali. Attraverso una pianificazione precisa cerchiamo di valutare le quantità e le offerte nel modo più realistico possibile, per evitare un eccesso di cibo e un conseguente spreco.
– segnalazione della mappa delle fontanelle d’acqua pubblica situate anche nelle vicinanze delle sale e degli altri luoghi ufficiali del Festival;
– raccolta differenziata dei rifiuti nei luoghi del festival, segnalata in modo chiaro e adeguato

Risorse – Rifiuti, pubblicità, riutilizzo e riciclaggio
Green Merchandising fatto con materiali di recupero: Viene ormai fatto un uso strategico degli allestimenti del festival. Gli elementi decorativi quali banner, striscioni pubblicitari e i teloni vengono riutilizzati e rielaborati da partner locali per produrre, ad esempio, borse, pochette: un esempio su tutti è il lavoro che fa la Sartoria Social Lister che coi nostri materiali riproduce accessori utili. 

Stampa materiali
– utilizzo di carta riciclata o certificata FSC per i materiali promozionali e per i materiali stampati, riducendo comunque le tirature;
– riduzione della stampa di materiali con predilezione e in alcuni casi totale utilizzo di materiale digitale;
– collaborazione con tipografie del territorio che assicurano la stampa su carta certificata

Utilizzo di strutture ricettive attente all’ambiente e certificate

Alpe Adria Cinema promuove inoltre le seguenti azioni fra i suoi collaboratori:
– raccolta differenziata negli uffici
– risparmio energetico (è obbligatorio spegnere tutti i pc quando non si è in ufficio, oltre che utilizzare la luce naturale ove e fin quando sia possibile)
– riduzione della stampa di qualunque documento, materiale promozionale
– gli uffici sono dotati di supporto per scaldare le pietanze e di un frigorifero, per potersi portare da casa il pranzo, cosa che riduce notevolmente gli sprechi

Alpe Adria Cinema e il Trieste Film Festival hanno inoltre dato un contributo concreto sul tema della sostenibilità ambientale organizzando due eventi:
1) Panel online, in occasione della 33° edizione del Trieste Film Festival a gennaio 2022, organizzato in collaborazione con Europa Creativa – Media Desk Italia, dal titolo “ The Greener the Better – towards sustainable cultural events and film festivals”, con la partecipazione dei seguenti relatori: Bruno Zambardino (Ministero della Cultura), Lauriane Bertand (EU Commission – Media), Laura Zumiani (responsabile del tavolo di lavoro Green per AFIC), Lia Furxhi (Cinemambiente Torino), Guillaume Calop (Les Arcs Film Festival – MIOB Network), Nevona Satta (Sardegna Film Commission)
Il panel integrale, in inglese, si può vedere a questo link.

2) Panel svoltosi in presenza, in occasione della 35° edizione del Trieste Film Festival a gennaio 2024, dal titolo “Let’s Go! 2025: Capitali Europee Della Cultura E Grandi Eventi Sostenibili Ed Accessibili” organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla cultura del Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale cultura e sport – Servizio attività culturali e in cui sono state chiamate a raccontare la loro esperienza e le loro azioni nell’ambito della sostenibilità 5 capitali europee della cultura. Protagoniste dell’incontro: Esch-Sur-Alzette (Lussemburgo), Veszprém – Balaton (Ungheria), Timișoara (Romania), Eleusi (Grecia) e GO! 2025 Nova Gorica – Gorizia: gli interventi di queste capitali erano volti a raccontare come si sono impegnate e si stanno organizzando nella gestione degli eventi culturali in tema di sostenibilità e accessibilità verso le categorie più fragili.
Il panel integrale si può vedere a questo link.

Il Trieste Film Festival ha inoltre fatto parte del tavolo di lavoro sulle tematiche green indetto da AFIC (associazione festival italiani di cinema), contribuendo alla stesura delle linee guida per i festival sostenibili che sono poi andate a far parte anche del bando promozione del Ministero della Cultura.
A questo link si possono leggere le linee guida stilate da AFIC e si possono vedere video e foto delle giornate di green training organizzate a Roma durante il MIA, cui il Trieste Film Festival ha partecipato attivamente:
https://www.aficfestival.it/festival-green/

un progetto di
Alpe Adria Cinema e Annamaria Percavassi
con il contributo di